Forum di bibliolettura interattiva

In questa pagina Librandosi offre la possibilità di raccontare i libri della propria vita.
Qual è il tuo libro preferito, o quello che stai leggendo? E perché?
Se non sai scegliere, chiedici consigli sui libri da leggere...

20 commenti:

  1. Ancora a proposito di nuvole. Dedicato a chi pensa ancora che "le nuvole sono nuvole".
    Vi regalo questa chicca. Il grande William Shakespeare così scriveva:
    "Alle volte noi vediamo una nuvola
    che sembra un drago,dei vapori, talvolta,
    che somigliano ad un orso o a un leone,
    a una cittadella turrita o roccia
    strapiombante, a una montagna forcuta
    o azzurro promontorio con gli alberi
    che dall'alto si piegano sul mondo,
    e si burlano dei nostri occhi con l'aria."
    Antonio e Cleopatra. IV, 14

    RispondiElimina
  2. Grazie carissima Rossana! I tuoi interventi sono sempre graditi e soprattutto preziosi!

    RispondiElimina
  3. Consiglio per una lettura veloce.
    Zoran Zivkovic "Sei biblioteche"
    Ideale per chi ama il surreale.

    RispondiElimina
  4. Coglierò al volo il tuo consiglio Rossana...adoro il surreale perchè mi rivela i segreti più nascosti del reale.Qui il cielo è limpidissimo e da un paio di settimane non di vede nemmeno una nuvola:ne sento davvero la mancanza!!!!

    RispondiElimina
  5. Anche per Erica Bauermeister, scrittrice americana di Seattle, i delfini hanno qualcosa di speciale:
    "Seduti sulle sedie, Sara ed Henry facevano un gioco: dalla parata di animali ne sceglievano uno che chiamavano il delfino,, ossia la persona con il viso pervaso da sicurezza di sé o curiosità, che si muoveva come se il mondo fosse acqua fatta apposta per nuotarvi. L'aria sembrava diversa, intorno a queste persone, un pizzico di elettricità mischiato alle molecole di ossigeno."
    da "La casa dei destini intrecciati"

    RispondiElimina
  6. Che bella segnalazione Rossana!!! Mi piace questo libro, lo leggerò!!!

    RispondiElimina
  7. Quella precedente era solo una citazione, ma ora che l'ho letto fino in fondo posso dire che non sono una femminista e non lo sono mai stata. Suscitano la mia diffidenza definizioni come "un libro scritto da una donna per le donne". Ma ho trovato una meravigliosa eccezione: "La casa dei destini intrecciati" di Erica Bauermeister. Un profondo, autentico ritratto di sette donne legate da sincera e disinteressata amicizia in cui ognuna di noi può ritrovare qualcosa di sé. Un libro interessante anche per gli uomini che potranno ritrovare anch'essi situazioni che tutti noi abbiamo vissuto realmente. Altro fattore positivo del romanzo, le figure maschili, se pur collaterali sono fondamentali e mai negative in maniera stereotipata o banale.

    RispondiElimina
  8. Ciao Rossana!!!
    Un argomento assolutamente da bibliolettura... lo metteremo sicuramente in programma...
    Le tue segnalazioni sono molto preziose per noi!!! A presto!

    RispondiElimina
  9. "Non sei fregato veramente finché hai da parte una buona storia e qualcuno a cui raccontarla."

    da "Novecento" di Alessandro Baricco

    RispondiElimina
  10. Ho pensato che quella frase di Baricco potrebbe essere il motto di MBR. O no?

    RispondiElimina
  11. Si Rossana, hai perfettamente ragione! Questa citazione di Baricco rispecchia molto lo spirito e soprattutto le intenzioni di Magic BlueRay, quelle cioè di dar voce a quanti vogliono raccontare e condividere il loro pensiero attraverso la lettura e la scrittura! E tu stai condividendo molto di tuo con noi! Grazie!

    RispondiElimina
  12. Pensierino della sera:

    "Un giorno senza una risata, è un giorno sprecato."

    Non è sempre facile, ma sarebbe bello, almeno, provarci.

    RispondiElimina
  13. Che bello trovare questo pensierino!!! Io personalmente ne sono sempre stata convinta ed è quello che faccio tutti i giorni, belli o meno che siano... e poi il tuo sorriso, Rossana, è contagioso!!!!!!

    RispondiElimina
  14. Scrivere un racconto è come andare in bicicletta. All’inizio ci sembra impossibile stare in equilibrio, ma dopo le prime pedalate ci sentiamo sicuri di noi stessi!
    Dario Amadei

    RispondiElimina
  15. Sarebbe bello se Dario Amadei, scrittore filosofo, riuscisse a dare un po' di speranza a Oirad di Monterotto che sogna l'incontro con Krunko.

    RispondiElimina
  16. Hai ragione Rossana, ma c'è un grosso problema...Oirad ha un carattere terribile e rimane ben fermo sulle sue posizioni...Ho provato a parlarci un sacco di volte ma per ora ho collezionato solo una sfilza di parolacce...

    RispondiElimina
  17. Prof, Desmond Avenarius3 novembre 2011 14:11

    Conosco Oirad da più di cinquant'anni e vi posso assicurare che quell'uomo così collerico e spesso insopportabile,raramente si sbaglia...Alcune volte è semplicemente geniale!!!!

    RispondiElimina
  18. Gent.mo prof. Avenarius, conosco Oirad da tre anni e concordo con lei sulla sua GENIALITA'!!! Ed è vero... raramente si sbaglia, forse mai... ma dissento su una cosa: Oirad non è collerico e spesso insopportabile... anzi! La sua genialità purtroppo lo fa scontrare con la mediocrità o bassezza della maggiorparte delle persone e in qualche modo deve pur difendersi!!!
    Ossequi!!!

    RispondiElimina
  19. Per chi ama la poesia:
    Melchiorre Carrara "Ad altezza d'uomo" ed. Zona
    Buona lettura

    RispondiElimina